Alessandro Re: la nuova generazione pronta a raccogliere il testimone
Chentre e Araldo nuovamente di fronte dopo il duello al “Grappolo”
Vona, Blanc e Nale: occhi puntanti sulle Coppe Baseli e Zillio

L’attesa sta per finire. Si avvicina il week-end del 4 e 5 Giugno una data che segna la rinascita di un Rally fra i più famosi nel panorama europeo. Mesi di lavoro frenetico per L’automobil Club Aosta e Acva Sport impegnati a completare un puzzle difficile ma esaltante. Un desiderio atteso dieci lunghi anni che ora sta per trasformarsi in realtà. E a rendere tutto più emozionante, un elenco iscritti che nei numeri e nella qualità conferma tutta l’attesa e la voglia di riaccendere i motori che in Valle non si è mai spenta. Centosettanta i concorrenti iscritti. Praticamente tutti i protagonisti attuali ai quali si aggiungono i moltissimi rallisti valdostani, alcuni dei quali hanno approfittato del ritorno di questa gara per vestire a distanza di anni tuta e casco. Perchè il Rally Valle D’Aosta è qualcosa di assolutamente unico. Una sfida che inizia mesi prima ai tavolini dei bar dove a tenere banco sono i pronostici e prosegue anche giorni dopo dove a vincere sono gli specialisti del “Io lo avevo detto”.

La notizia della rinascita del Rally Valle D’Aosta si è sparsa in fretta e in molti non hanno voluto mancare a questo appuntamento speciale. Anche chi dieci anni fa era poco più che un ragazzino come il varesino Alessandro Re che ha visto vincere il papà Felice, uno che in Valle gode di grande considerazione. Oggi in molti scommettono che il giovanotto sia pronto a raccogliere lo scettro per continuare la “felice” e vincente tradizione di famiglia insieme a Fulvio Florean, un’altro che “Il Valle” lo conosce bene, sulla Polo R5. Sono davvero tanti i motivi di interesse che accompagnano la vigilia di questa importante competizione. Il nome più gettonato in Valle è senza dubbio quello di Elwis Chentre. Il veloce driver di Roisan ha lo scudetto tricolore cucito sulla tuta grazie alla vittoria ottenuta nel 2021 nella Coppa Rally di Zona. Un successo che Chentre sta difendendo con una certa autorevolezza anche nel 2022 dopo la vittoria al Rally “Il Grappolo” corso un paio di settimane fa. Elwis Chentre sarà al via della gara di casa insieme a Igor D’Herin sulla Skoda Fabia R5 del Team D’Ambra a formare un equipaggio interamente della Vallèe alla caccia delle coppe Baseli e Zillio che come tradizione accompagneranno l’evento.

Ma la sfida fra Chentre e Re non sarà l’unico liet motiv del week-end motoristico. L’elenco propone infatti nomi che non autorizzano facili pronostici. Saliranno in Valle infatti anche Jacopo Araldo e Daniele Araspi pure loro sulla Skoda Fabia così come Gianluca Verna e Fabio Ceschino, Cristian Milano e Nicolò Cottellero seguiti da numerosi fuori zona come ad esempio gli alessandrini Paolo Curone e Matteo Raggi, i trentini Maurizio Chiarani e Raffaele Gallorini, i savonesi Dario Bigazzi e Paolo Rocca. Ma l’interesse è acceso dalla sfida tutta valdostana che se da una parte vede Chentre grande favorito, dall’altra propone una nutrita e agguerrita pattuglia capitanata da Marco Blanc , secondo assoluto nel 2012, che il casco in questa stagione lo ha già indossato al Rally Team 971 di Aprile e che qui sarà in gara con Corrado Courthoud sulla Renault Clio Super 1.6 in una classe dove dovranno vedersela con Oscar Rolando e Maurizio Goi anche loro sulla “maggiorata” della casa transalpina. Per continuare con Marcel Porliod e Andre Perrin protagonisti nel 2021 nel Campionato Italiano Junior i quali non vogliono mancare sulle strade amiche con la competitiva Skoda Fabia.

La curiosità arriva anche dai ritorni. Ad esempio quello di Fabrizio Denchasaz, Roberto Nale presente con Denise Chablot su una delle innumerevoli Skoda.Con le vetture al top saranno presenti inoltre Claudio Vona e Simone D’Agostino mentre bordo della Renault Clio in classe A7 vedremo anche Fabrizio Duclair e Denis Brunod e parlando di ritorni quello di Patrick Rosset e Alec Desandrè sulla piccola Peugeot 106. Importante anche la presennza femminile con Rachele Somaschini e Ornella Blanco Malerba a bordo della Citroen C3 R5 in una sfIda che le vedrà opposte a Nichy Cretier e Cristina Cothier sulla Clio Rally 5 , Alessia Fornaca e Elena Savarino a bordo di una vettura identica, Michela Betassa e Valentina Aimonino sulla piccola Fiat 600. Il programma del Valle D’Aosta 2022 prevede Sabato 4 Giugno le verifiche tecniche e sportive e lo shake down mentre il via della gara la Domenica 5 alle ore 9.01 dalla suggestiva cornice dell’Arco di Augusto ad Aosta. Riordino e Parco Assistenza nel piazzale Cabinovie per Pila alla fine della terza prova. Arrivo e premiazione alle ore 16.50 sempre nel centro del capoluogo valdostano. Tre le prove speciali : Pila, Cerellaz e Allein - Doues che verranno percorse due volte.

TPL_BACKTOTOP
Save
Cookies user prefences
We use cookies to ensure you to get the best experience on our website. If you decline the use of cookies, this website may not function as expected.
Accept all
Decline all
Read more
Marketing
Set of techniques which have for object the commercial strategy and in particular the market study.